Translate

sabato 28 giugno 2008

Ci risiamo

Otto anni dopo Joey Dunlop, è stato il turno del fratello Robert. È accaduto giovedì 15 maggio, durante le qualifiche della North West 200, sul circuito stradale di 14,426 km che collega le cittadine di Portrush, Portstewart e Coleraine, in Irlanda del Nord. Giunto in prossimità di Mather’s Cross, il 47enne di Ballymoney (Irlanda del Nord) è stato catapultato a terra, a 260 km/h, dal grippaggio della sua Honda 250 e poi investito da Darren Burns, che lo seguiva a breve distanza.


"Robert non avrebbe mai smesso di correre – ha confidato in un’intervista la moglie Louise – amava farlo: era la sua vita. Ma allo stesso tempo sapeva che le gare stradali avrebbero potuto ucciderlo. Ed era preparato ad accettare il rischio"

Nessun commento: