Translate

giovedì 16 ottobre 2008

Ipse dixit

Da quanto tempo avete smesso di parlare alla vostra motocicletta.
Da quanto tempo non vi svegliate con la voglia di correre in garage.
Da quanto tempo siete stanchi di cambiare una moto al mese.
Di vedere sempre più cilindri e scritte strampalate. E strisce colorate.
E plastica. E milioni di lire usa e getta.
Da quant'è che vi arrabbiate ad ogni motolosalone.
Da quanto vi manca una motocicletta.
Viva. Vera. Diversa da ogni altra.
Che se ne frega dei trecentoallora. E dei casello-casello.
Che non è costruita per uccidere.
Fermatevi per un istante a pensare.
Forse è venuto il momento di tornare alle motociclette.

Carlo Talamo




3 commenti:

Mark Von Manten ha detto...

Grande, condivido pur essendo un profano. ma who is costui?

FrAnCeScO ha detto...

Era l'importatore ufficiale dell'Harley in Italia (poi anche della Triumph), nonchè grande saggio.
Figlio "d'arte" dato che il padre aveva un concessionario Ferrari mi sembra, appariva spesso nelle pubblicità della casa americana
(non a caso queste righe sono tratte da una dell'89).

Rocket68 ha detto...

Mi erano scappate queste perle si saggezza del grande Carlo , ma sarà anche l'età che avanza a portarmi a condividere il Talamopensiero