Translate

giovedì 7 maggio 2009

Britten V1000

John Kenton Britten,
neozelandese classe '50, ingegnere meccanico.
Sviluppa una vasta esperienza con svariati materiali,
dal vetro a quelli compositi
(progettò lui stesso casa sua e la realizzò con ampio utilizzo di materiali riciclati).
Lavora nel campo motociclistico con la creazione della "aero bike" nella metà degli anni '80.
Fonda la Britten Motorcycle Company nel 1992
dopo l'incredibile secondo posto di Daytona '91 classe BOT
(l'anno seguente arriverà la prima vittoria internazionale
ad Assen, nella stessa categoria)con la V1000 (poi 1100)
caratterizzata da telaio e forcella in carbonio, motore bicilindrico a V di 60° 8 valvole che funge da parte stressata, radiatori sotto-sella, sospensione posteriore collocata davanti al propulsore e tanto altro..fantascienza ancora oggi, a distanza di 15 anni e più.



Il progetto subisce un duro colpo nel '95 quando John muore di cancro, ma lo sviluppo continua fino al 2000, e paradossalmente i risulati più importanti arrivano proprio da quel fatidico anno in poi: campione del mondo nella classe BEARS nel '95 e '96 e vincitore a Daytona classe Bot/Sot del '97 '98 '99.