Translate

giovedì 18 marzo 2010

Il rinforzo - Telaio Z900

Tratto direttamente da una guida compilata da Sanctuary,
alcuni interessanti particolari sulle modifiche che questi giappi sono soliti apportare al telaio Z900 per renderlo più rigido.
"Concetti attuali nel classico telaio a doppia culla in tubi d'acciao - mettiamoci la tecnica"

1-Il tubo di sterzo viene parecchio irrigidito.
Importante il "sotto mento" ovvero la giunzione del telaio sotto al cannotto fino agli attacchi motore. E' stato studiato per assicurare un'ampia zona di unione.


2- La zona posteriore al cannotto viene scatolata.
Il processo di aprire i fori detti "tridimensionali" non è solo di alleggerimento,
contribuisce anche nel miglioramento della rigidità.
3-I rinforzi che collegano il trave principale ai due tubi sotto-serbatoio sono costituiti in totale da 2 unità in cui ognuna rinforza entrambi i travi. "Una volta si vedeva scatolato anche quì", dice Nakamura, ma "il rinforzo di questa parte,
sembra non desse i risultati sperati anche portandolo all'eccesso.


4-L'estremità del trave principale viene unita da una piastra a dx e sx.
5-Viene scatolata la parte posteriore al perno del forcellone. Questo rinforzo si era già visto nelle Z di Moriwaki.
6-Si vede il tubo di traverso che unisce a destra e sinistra i due tubi-serbatoio discendenti. E' una parte fondamentale derivata dal telaio corsa Stage 3.
7-Adozione di una piastra che rende possibile la variazione della posizione del forcellone e diventa anche una struttura ad angolo a 3 dimensioni in cui resistenza e rigidità sono notevoli.

Nessun commento: