Translate

domenica 13 novembre 2011

TRX 850

Un bel bicilindrico con telaio a traliccio di fine anni '90, modello snobbato in Italia nonostante le ottime qualità;
spesso si dice quanto i giapponesi siano monotoni nel loro insistere con i soliti schemi, salvo poi non essere compresi quando provano qualcosa di (leggermente) diverso..





3 commenti:

Alexariete ha detto...

l'avevo già descritta io!!!! http://brayhill.blogspot.com/ vai a vedere!

Albacube ha detto...

Ma non assomiglia un tantinello alla SV Suzuki del parente?
Riguardo al discorso un po' più generale, forse siamo noi che ci meritiamo i pochi modelli e tipologie che ci sono... se per moto d'ingresso si parte da un 600 4 cilindri, non è che ci siano troppi margini per variare.
Io poi ritengo sempre preferibili, se non va in pista, i 2 o 3 cilindri ai 4 (discorso comunque da verificare caso per caso anche per la pista, perchè sia il 3 cilindri stile triumph sia il bicilindrico, veneziano o bolognese che dir si voglia, in parecchi casi non sono certo da meno rispetto ai jap urlatori).
Qui parla uno che ha iniziato con un 400 4 cilindri di antica memoria e che vorrebeb passare al bicilindrico millone made in Noale :-D
Me lo hanno fatto vedere anche nella puntata/replica di House, ieri sera.
Ciauz, Al

FrAnCeScO ha detto...

Infatti in quel periodo sono spuntati 3 bei bicilindrici jap: questa, il VTR 1000F e la Tl1000S, progenitrice della SV.

Per la cronaca c'è una TRX nera a Treviso a 1300€, una bella cifra se si pensa che qualsiasi media entry-level nuova costa almeno 6/7mila.